La prima volta

La mia prima volta con i miei bimbi in fascia è stata circa un mese dopo la loro nascita. Era venuta a casa una Consulente SDP, con lei io e il papà abbiamo provato il triplo sostegno con un’elastica. Una verde acqua e l’altra bordeaux, per è stato tornare indietro di un mese e riaverla in pancia, ma per il papà.. ecco per lui è stata una scoperta. Ero emozionata per lui.

Avevo preso poi una caboo close, strausata e passata a tutte le amiche che hanno avuto i figli dopo. Con la caboo ho uno dei primi (pessimi) selfie fatti per capire se andava bene.. Che da s

eduta ancora mi chiedo cosa potessi capire. La legatura è imperfetta, ma ricordo ancora quel senso di libertà che mi aveva dato. Messa la fascia, bimba addormentata, mani libere e… potevo fare la pipi!!! nessuno piangeva e io stavo facendo la pipì. Dopo un mese finalmente la soluzione a meno pianti era li. Perché si, potevo anche far piangere per un minuto il bimbo/a e andare in bagno, ma avrebbe inevitabilmente svegliato il gemello/a e sarebbe stato l’inizio della fine. E così eccola, la mia caboo, viola scuro, morbida,  stupenda. Li in quella foto rivedo la testolina, piccola e ancora coì morbida, risento il volto addormentato e le manine che si appoggiavano su di me. Rivedo anche dei lembi molli, tessuto che spunta e non capisco da dove arrivasse, penso a com’ero stanca e mi dico che è un miracolo si riuscita a metterci la bimba.  Ero stanca, stanchissima ma i mesi prima mi ero documentata, avevo  letto, chiesto consiglio e appena possibile mi sono detta, dai proviamoci, peggio di così non potrà andare. E non è andata male, è andata migliorando.  Non è stato facile, i primi tempi ho portato poco, in tandem avevo paura, era faticoso, i bimbi piccoli le legature e i metri di stoffa, quei lembi che non si tiravano abbastanza.

 

Poi ho provato altri supporti, altri tessuti, ma ancora non sapevo scegliere bene. Piano piano ho sperimentato, sperimentando ho imparato. Ho sbagliato e ho riprovato, tirato di più, tirato di meno, cambiate le legature. Non sono ancora alla legatura perfetta con i miei figli, ma abbiamo le “nostre” fasce, le nostre legature preferite che sappiamo alternare. Ci divertiamo ora insieme e giochiamo con le fasce della mamma, le usiamo non solo per portare, ma per portarci, l’ un l’altro, insieme e più di prima.

La nostra prima volta è andata benino, ma ogni volta che il miracolo si ripete… è come fosse la prima volta. Ancora mi domando come sia possibile che in 4 minuti si addormentino  (non sempre ovviamente)

Siamo passati da una fascia semi strutturata che portava neppure 3 kg di bambini  a Marta, un blend misto che tiene su anche me, in questo caso (foto qui a destra) portava 14 kg in X fasciata e.. non li sentivo!  A metà legatura stava già su da sola, il perfetto grip del tessuto mi stava tenendo su un bimbo recalcitante, accaldato  e di mal umore da pre nanna. Chiusa la legatura, fatti due passi e.. foto servita.

 

Perché scrivo tutto questo, per dirvi mamme, papà, nonni, zii… che la prima volta sarà magica, ma forse sarà un incubo, ma pian piano andrà meglio e sarà amore.

You may also like...