Lo scarico (im)perfetto

Nasce il tuo bimbo e in tanti ti consigliano: vedrai usa la fascia, farà grandi dormite e tu avrai le mani libere. Vedendo che non si chiude occhio e il desiderio di contatto è alto, decidi che la provi. Ed effettivamente dorme… dorme beato. Beatissimo. Peccato che il modello di lettino e divano che hai comprato deve avere gli spilli, perché appena lo posi…ecco che si sveglia. Occhio aperto e vispo. Addosso ronfa e in culla… piange, eppure… sembrerebbe tutto perfetto.

Eppure ci sono alcune considerazioni da fare:

  • il momento in cui si mette giù (appena addormentato o da poco)
  • se è in braccio o in fascia
  • come si mette
  • variabili (suoni, luce, temperature)

Ma soprattutto ci sono alcuni trucchi, quali?

Parliamo ad esempio del momento. Appena si addormenta non tutti i bimbi entrano in un sonno profondo istantaneamente, l’ideale è osservarli. Se si accarezzano delicatamente sul viso o si chiamano per voce reagiscono? Senza magari svegliarsi, ma semplicemente muovendosi. Se si, allora aspetttiamo, se no… possiamo procedere. Se invece sta dormendo da molto, ricordiamoci che i bimbi più piccoli hanno cicli di sonno ridotti, magari si addormenta e lo teniamo accoccolato in fascia e decidiamo di metterlo giù dopo mezz’ora/ tre quarti d’ora -pensando che così dorme profondamente – mentre invece si sveglia. Il motivo è semplice, probabilmente era nella fase Rem e a fine ciclo, per cui il risveglio era più probabile.

Oppure parliamo di variabili. Se si addormenta in un ambiente magari caldo e rumoroso, se poi lo porto nella sua stanza, al silenzio e con un letto “freddo” il suo sistema di allerta lo avvisa e… occhio spalancato.

E poi c’è lo scarico.. li ammetto che c’è molta tecnica e conoscenza del proprio bimbo. Ma anche fisiologia (tanta), per quale motivo? Tutti noi abbiamo una parte di cervello primitivo, quello che ci tiene in allerta se succede qualche brusco cambiamento. Consideriamolo anche quando scarichiamo un bimbo, ad esempio cambiando noi insieme a lui lin maniera graduale la posizione da quando siamo in verticale a quando siamo orizzontali. In questo modo il suo sistema vestibolare non entra in allerta.

In occasione dell’ European Babywearing Week 2020 farò un workshop su zoom di un’ oretta. Tutti i dettagli li potete trovare nell’ evento sulla pagina facebook

You may also like...